Cos'è la borsa?

La borsa valori è un mercato finanziario in cui lo scambio di valori mobiliari e valute estere, avviene secondo norme ufficiali le quali regolano: operazioni di negoziazione, relazioni tra gli operatori e le tipologie di contratto riconosciute. Tali norme inoltre disciplinano tutto ciò che concerne il prezzo, i sistemi di pagamento, di trasferimento e i requisiti dei titoli.

L’investitore in borsa: il trader

La finalità di ogni investitore che opera sui mercati azionari è quella di ottenere guadagni semplici e veloci, anche se è ben lungi dall’essere un’attività che non richieda impegno: infatti per ottenere un capital gain (un guadagno dall’investimento iniziale) occorre fare previsioni future e saper interpretare le news finanziarie aggiornate e gli eventi che caratterizzano lo scenario macroeconomico nel modo migliore possibile.

Borsa valori: offerta pubblica

Questa offerta pubblica viene effettuata tramite una borsa valori. Per semplificare, quando vuoi comprare le scarpe vai in un negozio di scarpe (o in un grande magazzino che ha, appunto, un reparto di scarpe), quando vuoi comprare titoli devi andare al negozio specializzato che è appunto la Borsa.

Perché?

Perché facendo un‘offerta pubblica di azioni, la società diventa una società pubblica. Ciò significa che ogni persona interessata può ottenere informazioni sui propri risultati, sul rendimento dell’azienda.

Da ciò deriva tutta una serie di pratiche e doveri: la società deve condividere pubblicamente i suoi risultati e rendiconti finanziari trimestrali e annuali, in modo che ogni azionista (o futuro investitore) abbia conoscenza di come sta andando il business.

In aggiunta, chiunque acquisti quote in quella società può venderle in seguito, se lo desidera, ad altri investitori interessati. Questo viene fatto nel negozio specializzato, nel mercato in cui le persone che vogliono comprare si incontrano, con coloro che sono disposti a vendere. Quel posto, come già scritto in precedenza, è la Borsa.

Come funziona il mercato azionario?

Volendo semplificare al massimo e per rispondere nel modo più chiaro possibile alla domanda: cos’è il mercato azionario, bisogna considerare che, come in ogni mercato, anche nel mercato azionario gli acquirenti sono disposti a scambiare denaro per le azioni, esse sono richieste di mercato, colloquialmente “denaro” a disposizione per l’acquisto di azioni.

Quindi, se da una parte ci sono gli acquirenti, dall’altra parte ci sono i venditori, che vogliono ottenere denaro in cambio delle azioni che possiedono. È l’offerta di mercato, nel gergo di borsa è “la carta”, le azioni messe in vendita. In questo modo, quando domanda e offerta coincidono, l’operazione viene eseguita.

In queste fasi il ruolo dei broker è, fondamentalmente, l’acquisto e la vendita delle azioni per conto dei loro clienti.

A partire dal mercato finanziario, si è imposto un nuovo tipo di “asset”. Quest’ultimo, infatti, a differenza del mercato tradizionale, in cui acquirenti e venditori effettuano transazioni faccia a faccia, necessita la partecipazione di una terza parte, un intermediario. Questo intermediario è chiamato broker.

La funzione del broker è quella di trasmettere gli interessi dei partecipanti al mercato azionario nel libro degli ordini di mercato, riportando l’importo e il prezzo che ogni partecipante è disposto a pagare o ricevere per le loro azioni.

Le posizioni nel libro degli ordini sono conosciute come “profondità del mercato” e in esso compaiono tutti gli ordini limitati con un prezzo vicino all’ultimo prezzo che ha attraversato il mercato.

Mercato borsistico: rivoluzione fintech

Fino ad un recente passato la Borsa era il luogo fisico dove gli operatori finanziari, agenti di Borsa, di cambio ed investitori si incontravano per compravendere asset fisici e valori mobiliari rappresentati da titoli di credito e di debito.

Con la rivoluzione Fintech e la telematizzazione del comparto finanziario, si è assistito ad una vera trasformazione 4.0 del mercato borsistico; infatti, oggi la Borsa è una piazza telematica in cui avviene il maggior numero di contrattazioni che hanno come oggetto di scambio le azioni, titoli di credito e quote di proprietà di una società per azioni quotata.

Le azioni si possono considerare a tutti gli effetti come la principale forma di investimento che attrae i soggetti risparmiatori e trader. In effetti, sul mercato borsistico si possono contrattare anche titoli di debito, obbligazioni, Certificates, materie prime, fondi immobiliari, criptovalute ecc..

La Borsa è perciò il luogo virtuale dove si viene ad incontrare la domanda e l’offerta e per giocare occorre essere in possesso di una licenza di operatore, anche se sono disponibili diverse modalità di accesso telematico pensate per i piccoli investitori.

Si pensi a come il PC o un device connesso ad Internet aiutino il trader o i piccoli investitori a giocare sul mercato borsistico in modo veloce, sicuro ed affidabile.

In sostanza, parliamo di una nuova fase di evoluzione/rivoluzione del mercato borsistico che gode di buon successo, venendo ad accrescere il numero di contrattazioni concluse quotidianamente.

 

Le Borse:

A differenza del Forex, la Borsa valute ha sempre una sede fisica ubicata a Wall Street, Tokyo, Milano, Parigi, Londra, Francoforte, etc

Diamo ora un’occhiata alle 10 principali borse valori al mondo in base alla capitalizzazione di mercato nel marzo 2021, espresse in USD, che sono:

  • La Borsa di New York nata nel lontano 1817, ha assunto la denominazione di NYSE nel 1963, è la più grossa ed importante al mondo e prende circa il 40% del totale del mercato azionario mondiale.
  • Il Nasdaq anche questa ha sede a New York e la sua quotazione è automatizzata, fondata nel 1971, nel 2018 è arrivata a capitalizzare 109.300 mld di dollari, divenendo la seconda borsa nel mondo.
  • La Borsa di Tokyo, è la terza, fondata nel 1878, nel 2018 capitalizzava 62.200 mld di dollari con 3575 società quotate.
  • La Borsa di Shangai, si presenta come quarta per capitalizzazione e scambi.
  • La Borsa di Hong Kong, fondata nel 1981, la sua caratteristica è che contratta  in dollari di Hong Kong.
  • Nel vecchio continente troviamo la Borsa di Londra, fondata nel 1801 anche se le sue origini sono molto più antiche.
  • L’Euronext al settimo posto, con sede operativa ad Amsterdam, questa borsa racchiude più paesi europei.
  • La Borsa di Shenzhen, contratta in Yuan cinesi, è la ottava nel mondo.
  • La Borsa di Toronto, si trova in Canada ed ha oltre 1500 aziende quotate.
  • Chiudiamo la top ten con la Borsa di Francoforte, che venne fondata nel 1585.


“Un investimento nel campo della conoscenzapaga i migliori interessi.”

About Us

Youtrade è la piattaforma di social trading che offre sia investimenti in azioni e in criptovalute, sia il trading CFD con differenti asset sottostanti.